HO UN LAVORO: STO CERCANDO LAVORO

jobHo una domanda che mi assilla. Da quando siete disoccupati vi è capitato di sentirvi dire “Ma che faccia stanca che hai? Cosa avrai mai fatto tutto il giorno?Sempre li a letto con quel pc? Hai visto l’ultimo sketch di Crozza?”

Oggi colgo l’occasione per rispondere a tale questione. In genere la mia giornata base ci compone così: Sveglia verso le nove, sono ancora senza occhiali e già accendo il maledetto smartphone che ho ribattezzato con il simpatico nomignolo di merdaphone perché non funziona mai ed è più rincretinito di me alla mattina  e controllo subito le email! Nessuna risposta, nessuna email di lavoro. Mi lavo e ascolto In the end dei Linkin Park e la dedico ai responsabili risorse umane che continuano ad ignorare la mia registrazione all’anagrafe e quindi la mia esistenza. Poi ricomincio, mando cv, mi collego , mi batto per arrivare prima nel rispondere ad annunci di lavoro che ormai sembrano slogan del tipo” Ai primi 100 cv possibilità di colloquio reali e batteria di pentole inclusa”, poi mi iscrivo a tutte le agenzie interinali del mondo (adesso mi sto dedicando alla Valle d’Aosta e al Canton Grigioni in Svizzera), poi richiamo i responsabili risorse umane del mondo che come sempre sono in viaggio spirituale in India e non possono rilasciare dichiarazioni.

Ma se c’è una cosa che faccio in particolare è rispondere ad annunci di lavoro che non prevedono solo l’invio del curriculum, lettere di motivazione, lettere di referenze, fotocopia carta di identità per accertarsi che sia tu ad inviare la candidatura (Eh già perché non si sa mai, magari avete un ex burlone che vi sta candidando per uno stage in Liberia) ma anche il famoso modulo di candidatura con domande talmente sadiche e inutili da avvilire qualsiasi candidato. In genere si aggirano sulle 10 pagine di domande non personali di più, che aiuteranno l’azienda a capire chi siete. Che poi a me verrebbe da dirgli ma cosa vuoi capire te che io stessa faccio fatica a capirmi ma credo sia superfluo.

Ecco a voi la classifica del formulario perfetto:

1) Problemi di salute? A ridaglie! (Tiè)

2) Vegana o vegetarina? Stai cercando di capire se risparmierai sui buoni pasto? No ti prego spiegacela questa!

3) Allergie? Si alle domande idiote!

4) Hai mai abitato da solo? No fino a che mi date la mancia come stipendio, se me lo date.

5) Sai cucinare? Il bando è per i 18-35 anni. O so cucinare almeno un uovo o sono deficiente.

6) Disponibilità a trasferte all’estero? Vedi altra soluzione compare??!

Che poi vogliamo parlare della lettera di motivazione? Oggi te la chiedono anche al Mc Donalds? Cosa gli vogliamo scrivere? E’ sempre stato il mio sogno diventare un gira-hamburger! Io preferirei essere onesta e un bel “Mi sono reso conto che mia nonna aveva ragione: lettere non serve a un cazzo” secondo me funzionerebbe  meglio!

Poi dopo aver risposto ed inviato centinaia di modelli via email, posta, piccione etc, mi dedico alla scrittura di articoli assolutamente gratuiti (Sono giovane a cosa mi serve uno stipendio?) e da oggi ho un nuovo hobby! Mi sono comprata persino delle piante da mettere sulla finestra così magari mi responsabilizzo, imparo a prendermi cura di qualcuno e non mi sento più una bambocciona!

La serata si conclude mentre mi addormento a letto abbracciata al pc, smartphone e compagnia varia nell’attesa di una vibrazione, cioè il miracolo di un messaggio oltreoceano che dica Sei assunta! Dulcis in fundo alle ore 23.30 parte l’ultimo caffè della notte perché oltre a questo Blog ne curo un altro sull’amore precario che mi ha portata ad una collaborazione con un altro mensile e e vado avanti a scrivere fino alle tre di notte. Morale della favola: Io ho un lavoro: sto cercando lavoro!

Alessia Bottone

Annunci

10 CONSIGLI PER TROVARE LAVORO: IL CANDIDATO BIONICO

Vignetta di Raffele Riccioli

Vignetta di Raffele Riccioli http://minaantiuomo.blogspot.it/

Cari lettori,

qualche giorno fa ho chiesto ai miei amici di facebook di raccontarmi i loro migliori colloqui di lavoro. Dopo un’attenta analisi e con una molletta sul naso ho deciso di stilare una lista di consigli per trovare lavoro. Tutti in questo periodo si lanciano nella disperata impresa di consigliare i giovani su come scrivere il curriculum, su una pagina, no forse meglio due, in verde, la fotografia poco sorridente sennò sembriamo oche giulive, Insomma ognuno ha la sua formula magica, Oggi vi svelo la mia. 10 consigli per riderci sopra, da non prendere troppo sul serio. O forse si?

Eccovi il link de Il Corriere dell’università che stamattina ha pubblicato la ricetta del Candidato bionico! Buona lettura!

  • Il candidato non deve essere troppo vecchio.  Dopo i 29 anni non vai più bene. “Meno male che ha 27 anni altrimenti tra un anno saranno guai per lei”
  • il candidato ideale non deve essere “troppo laureato”  altrimenti dovrà essere pagato di più. “Ci dispiace lei è davvero troppo preparato per la nostra azienda”
  • il candidato ideale non deve avere probabilità di restare incinta. L’utero non vi porterà fortuna in questo caso. “30 anni? Non mi dica che sta pensando di avere figli? Guardi che in questa azienda l’onesta viene prima di tutto!”, diceva colui che era stato portato dalla cicogna
  • il candidato ideale non deve mai chiedere quanto guadagnerà, ammesso e concesso che guadagnerà qualcosa e non deve mai chiedere che tipo di contratto di lavoro verrà stipulato. “Dott. Rossi, ma insomma lei lavora solo per i soldi? Questa azienda è una grande famiglia, non faccia l’invadente”
  • la candidata ideale non deve avere relazioni amorose in corso. “Signorina è fidanzata? No perché in questa azienda si sa quando si entra e non si sa quando si esce. Non vogliamo vedere fidanzati accampati qui fuori”
  • il candidato ideale deve essere in grado di gestire alti livelli di stress e importanti responsabilità ma non deve essere troppo determinato. “Dal suo test attitudinale si evince che lei è una persona molto determinata. Non è che dopo non ubbidisce”
  • il candidato ideale deve essere un neolaureato o neodiplomato ma con esperienza  e non deve fare troppe domande. “Mio caro stagista non rimborsato sappia che non ho tempo per rispondere ai suoi quesiti. Vuole sapere dove si trova la stampante?I giovani di oggi, tutti a dormire, ah ai miei tempi!”
  • il candidato ideale non deve avere malattie particolari, non deve avere mai bisogno di effettuare una visita medica e deve ritenere normale che la azienda voglia conoscere il suo stato di salute. “Febbre, raffreddori, mal di pancia, un mal di denti? Rosolia da bambino? Può certificarmi che non avrà bisogno di assentarsi per visite mediche durante il prossimo anno?
  • il candidato ideale deve essere veloce e scaltro e saper riconoscere eventuali arrivi di poliziotti in borghese e controlli. Di altezza media per essere nascosto in caso di bisogno
  • il candidato ideale non deve assolutamente avere un buon curriculum e non deve aver viaggiato troppo. “Dottoressa con un curriculum come il suo, non posso assumerla, lei ha viaggiato troppo, ha studiato troppo è una persona instabile”.

Ma soprattutto il candidato ideale non sa ancora se sarà assunto, non ha ancora firmato nessun contratto ma deve già firmare le dimissioni, in bianco…così, giusto per precauzione. Il candidato ideale, quell’essere  mitologico, anzi no, bionico, praticamente inesistente!

Alessia Bottone

INCREDIBILE MA VERO: AAA CERCASI!

Cari lettori,

oggi pubblico un post diverso dal solito. Mi hanno chiesto di cercare alcune figure professionali quali: commerciali, addetti campagne pubblicitarie, disegnatori web e addetti campagne pubblicitarie. Ho saputo che un’azienda un espansione vorrebbe ampliare il suo organico e mi ha chiesto di aiutarli. Il mio compito è quello di raccogliere i curriculum e di sottoporli alla loro attenzione. Abbiamo deciso di collaborare nella ricerca di queste figure tramite il mio blog in quanto sono intenzionati a dare finalmente spazio ai giovani. Cosa ne dite? Io direi di iniziare a mandarmi il vostro curriculum e lettera di motivazione (bastano 10 righe) all’indirizzo bottonealessia1985@gmail.com. Per me sarebbe magnifico sapere che questo blog ha contributo ad aiutare qualcuno di voi ad inserirsi nel mondo del lavoro. Anche io mi sto proponendo a questa ditta per una collaborazione. Che dire?Speriamo bene!

A presto.

Alessia Bottone