CHI DIFENDE I DEBOLI IN ITALIA?

AvvenireCari lettori,

nel post di oggi vorrei occuparmi di un argomento diverso dal precariato; da qualche mese qualcuno di voi su Facebook o sui giornali avrà  saputo che mi sto occupando personalmente  della questione Sla e comunicatori a Napoli. Tanti mi chiedono perché e cosa centro io. Oggi voglio spiegarvi cosa sta succedendo a Napoli. Premetto che mio zio è affetto da Sla da 13 anni e che la questione mi sta molto a cuore. La Sla, per chi non lo sapesse, è una malattia neurodegenerativa molto aggressiva che porta ad un paralisi e quindi alla perdita di controllo dei muscoli. La maggior parte dei pazienti è poi soggetta a ventilazione artificiale e perde l’uso della parola. I comunicatori, o lettori oculari sono macchinari che permettono a tali pazienti di comunicare tramite il rilevamento della direzione dello sguardo: qualcosa di magnifico se si pensa che queste persone tramite questo macchinario possono comunicare con il mondo esterno le loro esigenze ma soprattutto le loro emozioni. Continua a leggere

Annunci