PRONTO, BUONGIORNO, SONO ALESSIA DI….

call-center-tutta-la-vita-davanti-filmCari lettori,

vi “appicco” il post che ho scritto nel mio blog Amore ai tempi dello stage. Non sono fuggita, ci sono!

Eccomi qui finalmente.

Qualcuno mi ha dato per dispersa, altri per “traditrice”, in realtà mi sono fatta prendere dal mio nuovo lavoro! Eh già perché ho un lavoro…sono una delle ragazze dei famosi call centre.

Il  mio contratto scadrà la prossima settimana ed io mi sono guadagnata i soldi necessari per….boh, che ne so cosa farò!

Notizione, mi hanno appena prolungato il contratto.

Riassumendo,  ancora per due settimane, sarò la ragazza che chiama all’infinito. Ormai ho il ronzio nelle orecchie perenne.

L’ultima volta la suocera di un non so quale contatto che ho chiamato voleva appiopparmelo. Eh no signora, grazie, sto bene come sto!

Ma….sono viva, e ancora più carica di prima, pronta per affrontare al meglio questo futuro incerto.

L’importante è che non mi abbandonino su una scrivania.

A proposito ci vediamo a Potenza il 1 settembre. Bottone sbarca in Basilicata per presentare il suo libro! Aggiungo un bel dajé!

A presto e godetevi l’estate che poi a settembre Studio Aperto ricomincerà con le statistiche sulla disoccupazione!

Annunci

3 thoughts on “PRONTO, BUONGIORNO, SONO ALESSIA DI….

  1. Non lo so se era ironico, ma io proprio NON le adoro, le persone cosí, quelli “senza peli sulla lingua” che “dicono quello che pensano” solo per sembrare particolari, originali, sicuri di sé. La loro insicurezza traspare. E sul posto del lavoro, devo dire che mi stanno proprio sul c***o! Dico sul posto del lavoro perché nel tempo libero non sono tenuta a sopportarle. Questa mi é sembrata una bella maleducata. È evidentemente gelosa di tutti i tuoi successi passati. Io avrei risposto: “beh grazie, mi fa onore stare antipatica a una cafona come lei!” e il lavoro non l’avrei mai accettato. Solo per quella frase.

    • Buongiorno Sascha,
      credo che Alessia abbia colto il “segnale” di simpatia, nonostante il gergo poco “edificante”, ma che ormai è di moda anche tra donne, che l’esaminatrice ha espresso. Del resto AlSascha il 12/07/2013 alle 8:59 am scrive:
      Non lo so se era ironico, ma io proprio NON le adoro, le persone cosí, quelli “senza peli sulla lingua” che “dicono quello che pensano” solo per sembrare particolari, originali, sicuri di sé. La loro insicurezza traspare. E sul posto del lavoro, devo dire che mi stanno proprio sul c***o! Dico sul posto del lavoro perché nel tempo libero non sono tenuta a sopportarle. Questa mi é sembrata una bella maleducata. È evidentemente gelosa di tutti i tuoi successi passati. Io avre
      Il tuo commento sembra essere contro le persone che parlano chiaro, dunque nel calderone c’è anche Ale che condivide questa “forma” di sincerità.
      Ma non mi stupirebbe più di tanto sapere che ( o se?) anche a te fosse capitato di dire questa “frase famosa” (così tanto incriminata).
      Scusa se dissento dal tuo commento ma anche io preferisco che mi dicano una cruda, ma educata e civile, verità piuttosto che “ungirodiparole” che ne offuschi la chiarezza.
      Di sicuro occorre anche una certa diplomazia, (che non ha niente a che vedere con l’ipocrisia), per dire ciò che si pensa e dico in generale.
      In quel colloquio di lavoro se avesse risposto per le rime non credi che sarebbe “scesa” al suo stesso “livello”? (Il livello lo hai stabilito tu con la tua lettera).
      No Sascha, secondo me, non si rinuncia ad un lavoro sol perché un’esaminatrice, cafona come dici tu, ha capito che aveva davanti una persona molto valida e lo ha saputo esprimere usando un gergo ….. che anche tu hai appena usato nella tua.
      Se si vuol dare un’opinione sui comportamenti altrui credo che per primi dovremmo assumerne uno più consono possibile al civile (ma non insincero) ed ovviamente in contrasto con ciò che stiamo “criticando”(?).
      Cordialmente, rita.

  2. Buongiorno Sascha,
    credo che Alessia abbia colto il “segnale” di simpatia, nonostante il gergo poco “edificante”, ma che ormai è di moda anche tra donne, che l’esaminatrice ha espresso. Del resto Alessia ha un modo allegro e brillantemente ironico e le sue battute sono ormai “storia” …. di tanti italiani giovani e non più.
    Il tuo commento sembra essere contro le persone che parlano chiaro, dunque nel calderone dovrebbe esserci anche Ale che condivide questa “forma” di sincerità.
    Ma non mi stupirebbe più di tanto sapere che ( o se?) anche a te fosse capitato di dire questa “frase famosa” (così tanto incriminata).
    Scusa se dissento dal tuo commento ma anche io preferisco che mi dicano una cruda, ma educata e civile, verità piuttosto che “ungirodiparole” che ne offuschi la chiarezza.
    Di sicuro occorre anche una certa diplomazia, (che non ha niente a che vedere con l’ipocrisia), per dire ciò che si pensa e dico in generale.
    In quel colloquio di lavoro se avesse risposto per le rime non credi che sarebbe “scesa” al suo stesso “livello”? (Il livello lo hai stabilito tu con la tua lettera).
    No, Sascha, secondo me, non si rinuncia ad un lavoro sol perché un’esaminatrice, cafona come dici tu, ha capito che aveva davanti una persona molto valida e lo ha saputo esprimere usando un gergo ….. che anche tu hai appena usato nella tua.
    Se si vuol dare un’opinione sui comportamenti altrui credo che per primi dovremmo assumerne uno più consono possibile al civile (ma non insincero) ed ovviamente in contrasto con ciò che stiamo “criticando”(?).
    Cordialmente, rita.

    p.s scusa non so cos’è successo nella mia precedente (ma quasi uguale)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...