IO DICO NO!E TU?

Campagna Io dico no!Io dico no, e tu? Questo è il nome della nuova campagna che Marco Bove ed io abbiamo deciso di lanciare.

Troppi colloqui iniziati con –“Ottimo il suo curriculum, ma non possiamo pagarla”, troppi annunci dove viene sottolineato che il laureato/diplomato non percepirà nessun compenso o un semplice rimborso spese, troppi colloqui dove alla fine sei tu che hai sbagliato perché hai voluto studiare, perché hai pensato che potevi partecipare.

Io non so chi mi stia leggendo oggi, ma siamo tutti figli di questa crisi, stiamo annegando nella frustrazione di cui nessuno vuole parlare perché non è interessante.

Allora oggi dopo l’ennesima porta in faccia ho deciso  di dire no. Questa fotografia è il simbolo della mia generazione che qualche anno fa poteva permettersi di guadagnare 1000, 00 euro al mese facendo la commessa e oggi invece ha bisogno di uno stage per poterlo fare, ha bisogno di formazione. Ricordo a tutti che tra l’altro lo stage non è un rapporto di lavoro e che non possono essere previsti obblighi per ciò che concerne l’orario. Oggi mi chiedo dove sono i controlli? Del resto, siamo giovani, non abbiamo bisogno di uno stipendio! Questa non è gavetta, questo è approfittarne!

Io dico da troppo tempo no, ma sono sola. Mi dicono che sono una visionaria, una piccola rivoluzionaria, che non ho un atteggiamento propositivo rispetto al lavoro solo perché ho deciso di rifiutarmi. Attenzione non ho rifiutato di fare la cameriera, e neanche di lavare i bagni, ho solo detto no a chi se ne approfitta.

Io dico no ad una Riforma che ha vietato gli stage per mansioni a bassa specializzazione che poi non mette in pratica i suoi principi.

Dico no a chi mi dice di nascondere la laurea perché quel pezzo di carta non l’ho preso per sentirmi chiamare Dottore, ma per essere fiera di me. Oggi invece me ne devo vergognare.

Dico a no a tutte le volte che mancano i requisiti per un sussidio, un fondo, un progetto.

Dico no a chi vorrebbe che io lavorassi per lui senza percepire nessun compenso illudendomi e dicendomi che per adesso è così, che devo accettare, che non c’è altra soluzione.

Dico no a chi mi paga tre euro l’ora e mi dice che mi sta facendo un favore.

Dico no ai Professori  settantenni che non lasciano le cattedre e che approfittano delle speranze di diligenti ricercatori che lavorano per loro gratuitamente nell’attesa che avvenga il miracolo.

Dico no a chi chiama choosy la voglia di ambire, di darsi da fare, di imparare, di scoprire, di dare tutto quello che può al suo Paese, perché ci crede ancora e nonostante tutto.

Dico no a chi dice che le lauree umanistiche sono inutili e che ce la siamo cercata. Ricordo a tutti che l’unione di scienza e pensiero hanno permesso l’evoluzione.

Dico no a chi ci incolpa di questa crisi, a chi se ne approfitta, alla favola bella che ieri ci illuse e che oggi dovrebbe farci aprire gli occhi.

Dico no a chi dice “Vattene all’estero  e in realtà non c’è mai stato e non sa nemmeno quanta fatica e soldi ,che non tutti hanno, possa costare. Dico no perché è un nostro diritto restare!

Dico no ai dirigenti pubblici e privati che guadagnano fior di quattrini facendo funzionare le aziende ed enti pubblici con il lavoro di illusi non retribuiti.

Dico no a chi non sta dicendo no!

Voi cosa fate? Se volete aderire alla campagna appendete questa fotografia ovunque, spammatela ovunque tramite facebook, twitter, o createne una vostra e mandatela ai vostri governanti o potenziali premier, alle associazioni, ai sindacati, ai Ministeri, a chi promette e poi non fa nulla. Rispondete agli annunci di lavoro ingiusti con questa fotografia o con un “Io dico no”, ma soprattutto dite no!Se smetterete di candidarvi, qualcosa succederà! Se volte mandare la vostra fotografia di annunci indecenti, io sono qua!

Alessia Bottone

Alessia Bottone

 

Annunci

4 thoughts on “IO DICO NO!E TU?

  1. RISPETTO TUTTI I GIOVANI E TUTTI GLI STUDENTI.
    MA IO DICO NO ANCHE AI CARTELLI “CERCASI PERSONALE MAX 25 ANNI” !
    IO NE HO 42, SONO DISOCCUPATA, E NON MI PRENDE PIU’ NESSUNO! VORREI CAMBIARE LA PROSSIMA ESPERIENZA LAVORATIVA RISPETTO AL CV, MA NON MI PRENDE NESSUNO PERCHE’ NON HO QUELL’ ESPERIENZA IN QUEL DETERMINATO SETTORE!
    SONO TANTE LE MOTIVAZIONI PER DIRE “NO”!
    GRAZIE.
    Laura.

      • non so poi se l’obbligo di stage entro i 12 mesi dalla laurea sia un bene o un male, visto che ciò mi impedirà di rispondere, a 13 mesi dalla laurea, a stage in settori di psicologia che non avevo mai affrontato prima ma che mi sarebbero stati utili per ampliare la conoscenza…

        Ah, a proposito, pure la mia dolce madre mi dice che sono vecchia a 30, non tanto per il lavoro, proprio in generale!

  2. “Dico no a chi non sta dicendo no!”

    – questa é una frase davvero importante!

    Per fare funzionare questa rivoluzione TUTTI devono dire no allo sfruttamento. Non c’é da essere contenti di tre euro all’ora, di 200 euro di rimborso spese, di “visibilitá” (per noi che scriviamo si usa spesso la scusa della “visibilitá” per evitare di pagarci). Bisogna fare capire a questa societá che il lavoro non é un favore ma uno scambio, un diritto di tutti e nessuno dovrebbe essere “fortunato” di lavorare. Poi io da straniera non capisco perché negli annunci i requisiti come “max 25 anni” oppure “bella presenza” non sono illegali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...