TFA SPECIALE: UN’ INGIUSTIZIA TUTTA ITALIANA!

scuolaCiao Alessia,

so che è una questione troppo specifica ma vorrei comunque portarla alla tua attenzione: sto conseguendo l’abilitazione all’insegnamento dopo aver superato una durissima selezione e atteso quattro lunghi anni, affinché sbloccassero le abilitazioni rimaste ferme dal 2008 (io mi sono laureata in lettere nel 2007). Per farla breve ora il MIUR sta mettendo in atto la sanatoria più grande nella storia della scuola italiana, concedendo tramite l’istituzione di percorsi abilitanti ‘speciali’ l’abilitazione all’insegnamento a decine di migliaia di insegnanti senza alcuna preselezione (quelle che si sono fatte praticamente per anni, già a partire dalle SISS, e alle quali moltissimi di loro hanno avuto più di una possibilità di accedere) sulla esclusiva base della loro anzianità di servizio, cosa che non si vede in nessuna professione, vanificando così il valore della selezione a cui ci si è sottoposti in tutto questo tempo, e contando che nella procedura concorsuale regolare di quest’anno (TFA ordinario) chi ha svolto periodi di servizio nelle scuole è stato di fatto agevolato poiché ha avuto tranquillamente la possibilità di inserirli tra i titoli valutabili al momento delle prove, ottenendo così un punteggio maggiore di un neolaureato o di chi queste supplenze non le ha mai accumulate per la sfortuna di non trovarsi nella provincia ‘giusta’ o perché privo di conoscenze nella scuola privata ‘giusta’. Dunque, dov’è il merito? Perché una parte della popolazione ha dovuto da sempre sottoporsi a una selezione, e un’altra parte deve conseguire un’abilitazione per diritto divino? Che senso ha avuto selezionare sulla base di un numero chiuso determinato da uno specifico fabbisogno, e poi pochi mesi dopo fare una sanatoria e ‘buttare dentro’ tutti quelli rimasti fuori? Si è tanto parlato dell’ambiguità delle domande dei test preselettivi svolti quest’anno: ma può essere questa una giustificazione valida per richiedere, anziché un successivo esame di ammissione più equo (assolutamente legittimo!) l’assenza totale di prove d’accesso? A chi fa onore? Questo Paese è ridicolo, vergognoso, e mortifica il merito.

Il link della protesta: Orizzonte scuola 

Petizione 

Ti ringrazio per l’attenzione
Angelica

Annunci

6 thoughts on “TFA SPECIALE: UN’ INGIUSTIZIA TUTTA ITALIANA!

  1. Non ho capito, chi ha avuto periodi lavorativi nella vita un merito non ce l’ha? E’ come dire che un’azienda che cerca qualcuno con esperienza sbaglia. Per fortuna che aver già svolto una professione ha un valore altrimenti migliaia di persone (come me) che hanno lavorato per anni e poi perso il lavoro dovrebbero starsene a casa! Il merito non consiste solo nell’essersi laureati a pieni voti e aver provato chissà quanti concorsi. Io ho tutte queste cose (laurea a pieni voti, master, 12 anni di esperienza lavorativa con incarichi di responsabilità e tanti concorsi provati) e ti assicuro che un lavoro me lo merito tanto quanto te. Non facciamo la guerra tra poveri! Francesca

  2. Chiarisco: nessuna guerra tra poveri, termine ormai abusato. L’esperienza sul campo, pur riconosciuta (e nel caso dell’insegnamento in termini di punteggio aggiuntivo al momento delle prove preselettive per accedere al tirocinio d’abilitazione) non può e non deve sostituirsi all’esame d’abilitazione stesso. Se è previsto devono farlo TUTTI, insegnanti che già hanno esperienza, chi ne ha meno, e chi nessuna (come del resto la legge italiana ha previsto fino ad ora).Un avvocato o un architetto non diventano tali sulla base della sola esperienza ma devono, di fatto, conseguire l’abilitazione superando un esame. Qui è lo stesso, con la differenza che, non è chiaro il perchè, una fetta della classe docente dovrebbe sottrarsi a questo iter, invocando un diritto fondato sull’anzianità (!).Eppure, questa stessa classe docente ha avuto per anni e anni la possibilità di accedere a queste prove per conseguire l’abilitazione: il perchè non ci sia riuscita non spetta a noi giudicarlo, ma di fatto non si può pretendere una sanatoria per giustificare un traguardo (o più d’uno?) mancato. Adottare due pesi e due misure non è corretto verso chi, per anni e anni,a questa selezione si è sottoposto.

  3. Ma l’abilitazione alla professione non è un’autocelebrazione,esiste la legge attenzione. Non facciamo passare l’idea che chiunque può autoproclamarsi ‘abilitato’in qualcosa, non funziona come nelle aziende private.

  4. Angelica, hai ragione da vendere… purtroppo chi dice il contrario è il perfetto italiano… quello abituato alle sanatorie.. abituato ai condoni!
    Siamo alle solite nella nostra repubblica delle banane!
    Vorrei dire a Francesca:
    Tu dici che è giusto che prendano l’abilitazione persone che, senza abilitazione, hanno fatto supplenze occasionali… è come dire che un geometra, che a volte ha sostituito l’ingegnere nella direzione del cantiere, possa ora essere abilitato a firmare un progetto!
    Ma non è così!
    Così non selezioneremo mai i docenti migliori… e poi ci lamentiamo della scuola italiana!!!
    Cara Francesca… chi di noi non ha incontrato un professore “caprone”????
    la nostra scuola ne è piena zeppa e ti posso assicurare che non vengono certo dalle
    SSIS!
    Chi sostiene una selezione dura per accedere ad un corso di abilitazione è preparato!
    La probabilità di avere docenti non preparati con questo sistema è davvero bassa!
    Ma in Italia comandano i sindacati… poveri noi…
    e allora abilitiamo anche chi non se lo merita solo perché è stato qualche anno disoccupato
    e a fatto qualche supplenza qua e la, con risultati immagino scandalosi!
    Questa bella gente, che è stata a ciondolarsi per anni, ha abbondantemente avuto
    l’opportunità di abilitarsi durante i 7 cicli SSIS, ma non l’ha fatto perché è incapace di
    insegnare… questa gente rovina le generazioni future!

    Questa è la nostra povera italia.. dove il merito finisce sotto terra.. e c’è chi vuole che sia così (vedi Francesca)…
    che tristezza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...