LA STORIA CONTINUA…

obiettivoCari lettori, oggi pubblico una lettera diversa, di successo e di positività! Grazie Alessandro!

Cari ragazzi,

alla fine degli anni novanta, da ventiquattrenne, come hanno fatto tanti prima e dopo di me, ho lasciato il mio paese del sud dell’Italia (famiglia, amici e affetti vari) per andare a cercare lavoro nel nord dell’Italia. Un lavoro nel settore di mio interesse! Parto con in tasca centomila lire e varie bollette e bollettini da pagare (per un totale di circa un milione e mezzo delle vecchie lire), il biglietto di sola andata con destinazione il paese dove viveva una mia parente che mi avrebbe ospitato per una quindicina di giorni. In circa dieci giorni ho trovato un lavoro e una camera dove dormire. Già, senza fare lo schizzinoso, il primo lavoro che trovato ho preso, lavapiatti e tuttofare per un ristorante, a maggio in quella cittadina turistica comincia la stagione e così si mi sono ritrovato a condividere l’appartamento con due cameriere. Otto mesi a lavorare, sabato, domenica e festivi compresi, ma ne è valsa la pena, poiché grazie allo stipendio, il vitto e le basse spese di alloggio, sono riuscito non solo a pagarmi i debiti ma anche ad accantonare qualche risparmio. Nel frattempo mi ero “guardato attorno”, avevo studiato nelle ore libere e di notte, fatto colloqui con le aziende di mio interesse il mercoledì, giorno di riposo al ristorante, infatti alcuni contatti sono nati proprio grazie a clienti e fornitori del ristorante con i quali parlavo dei miei obiettivi. A inizio del nuovo anno, lascio il lavoro al ristorante per dedicarmi per un paio di mesi solo allo studio e ai colloqui, ma nel frattempo i soldi stavano per finire e così ancora una volta il primo lavoro trovato andava bene. Infatti per altri otto mesi ho lavorato per un distributore postale, caricare i sacchi della posta e distribuirli, guidando un furgone, agli uffici periferici.Qui ho trovato anche l’amore, la donna che poi è diventata mia moglie e mamma della mia bambina. I circa otto mesi, in cui ho sempre continuato a studiare, a prendere contatto con selezionatori del personale e aziende di mio interesse, finiscono quando arriva la fatidica telefonata con la quale venivo contattato per cominciare a lavorare come dipendente di una grande azienda del settore di mio interesse!

Morale

Il mercato del lavoro è una ruota su cui prima si sale meglio è. Io avevo come obiettivo quello di rientrare nel settore in cui aveva già lavorato nel sud dell’Italia. Ma nel frattempo mi guadagnavo qualche soldino anche per pagarmi corsi di formazione e aggiornamento nelle materie di mio interesse. Con sacrificio e determinazione fino al raggiungimento del mio obiettivo…. e questo è solo l’inizio perché la storia continua……e devi rivoltarti come un calzino più volte……reinventarti continuamente…..

Spero di avervi dato un po’ di positività….per sentirci più forti come dice Alessia !

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...