POVERA ITALIA

Cara Alessia,

dopo qualche mese mi decido a scrivere sul blog. Cerco di farlo prendendo la voce di tutte quelle persone che conosco e che forse più di me hanno diritto ad essere incazzate. Ma anche perché quel che più mi sta a cuore è quello di “essere io stessa il cambiamento ” con un’energia positiva con la quale è necessario affrontare il percorso di rinnovamento che stiamo operando ora, anche nel nostro piccolo. Positività con la quale è necessario farci sentire, anche per dire che ci siamo rotti di essere presi in giro.
Come te anch’io ho vissuto all’estero per 5 anni,  in Belgio precisamente. Sono stati degli anni che mi hanno aperto alla Vita, alle relazioni, a me stessa, al mondo… con la sensazione che se vuoi, puoi. Puoi essere il cambiamento che speri. Sensazione di cui sono convinta anche tutt’ora. Ho deciso poi di rientrare in Italia. Pazzia agli occhi di tutti. “Che ci ritorni a fare? Qui è più facile trovare lavoro, è meglio retribuito, hai una sicurezza sociale se lo dovessi perdere, stai tornando indietro…” Ma sono rientrata. E nei mesi che mi hanno separata dalla partenza ho pensato spesso: che fare in Italia? C’è ancora qualcosa che questa mia terra mi  può dare? Cosa? Ho amato profondamente la mia vita Belga, durante gli anni universitari e poi con il lavoro, che ho trovato in campo artistico e spirituale, proprio inerente ai miei studi e ai miei interessi. Cosa io posso dare ora al mio paese e alle persone che qui vi abitano? Venire per caso a conoscenza della tua lettera proprio nel mese in cui mi sono trasferita nuovamente in Italia e vedere quale eco ha poi questa prodotto e sta producendo mi ha reso vicina alla tua causa, alla tua esperienza e a quella di molti che piano piano in questi mesi si sono fatti conoscere tramite il blog. Persone competenti, con voglia di fare, con esperienza e studi che aspettano solo di essere riconosciute degnamente per quello che sono e sanno fare. DEGNAMENTE. A volte ci si chiede, di fronte a certi stili di vita, ideali e parole : “ma ci prendete per il …..?” Stufa di sentire le solite tiritere su giovani mammoni, senza ideali o senza una morale. Stufa anche di sentir parlare “giovani della terza età”, che hanno la pretesa che senza muoversi, qualcosa piombi loro dall’alto o che rinunciano al colore della propria vita piegandosi a lavori in cui stanno male dentro, in cui non sono rispettati o apprezzati a dovere. Stufa anche di sentire adulti (e giovani) paurosi che si preoccupano solo che il figlio abbia un guadagno. Sono contenta perciò di questo “parliamone”, dal nord al sud. Ma parliamo di cosa? Sono convinta che sotto tutte queste situazioni, queste frustrazioni e questo dolore c’è proprio la PASSIONE e la voglia di poter ESSERE, cercare, trovare se stessi in questo mondo. Di essere riconosciuti, e con dignità e riconoscenza, per l’amore e l’impegno che ci si mette per costruire e migliorare questa società. C’è una COSRUZIONE DELLA FELICITÀ che ciascuno opera. Sono contenta di questo “parliamone” perché è proprio parlando che il cambiamento inizia. “Camminando si apre il cammino”, diceva Machado. Camminiamo anche noi quindi ora! Uniti.Grazie a tutti. Vorrei anche condividere il brano di Giacomo Lariccia  “Povera Italia”, proprio perché vuole essere un messagio per un’Italia che “vuol rialzar la testa”.

 Povera Italia

Monica

Annunci

One thought on “POVERA ITALIA

  1. Salve Monica, ti dedico questa poesia

    L’Italia è un bellissimo Paese o meglio, è un bellissimo museo all’aperto.
    L’Italia è colei che va dalla semplice studentessa universitaria, alla celebre star mondiale.
    L’Italia è una meravigliosa donna, che non ha bisogno di partecipare ad alcun concorso di bellezza.
    L’Italia è un’immensa stella, che non smette di brillare neanche nei momenti più bui.
    L’Italia è quell’attore o quell’attrice, alla quale ogni giorno si appresta a recitare il proprio copione.
    L’Italia è colei che ogni giorno, la si riconosce sempre più dalle sue immense realtà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...