UNA STORIA DI ORDINARIA FELICITÁ

Cari lettori,
mi permetto di abusare del vostro spazio in questo blog per raccontarvi una storia di piccola felicità quotidiana, perché è vero che questa crisi ci ha messo con le spalle al muro,  è anche vero che la solidarietà delle parole e dei gesti potrebbe aiutarci davvero a sentirci meno soli. É venerdì notte. Sono le tre del mattino e mi accingo a salire sul treno Verona- Roma. Il giorno dopo avrò un “provino” per contribuire ad una trasmissione tv che si occupa di crisi e lavoro. Sono un po’ emozionata e non riesco ad addormentarmi. Di fronte a me un signore distinto, ma pensieroso. Legge un libro:” È facile smettere di sposarti se sai come farlo”. Sorrido, penso che il precariato nel mondo del lavoro si è davvero congiunto al precariato sentimentale, e che oggi più che mai siamo a tempo determinato anche nella sfera privata, confusi da una società in continuo movimento e cambiamento. Dal nulla si inizia a chiaccherare e salta fuori l’argomento lavoro. Gli spiego le mie tesi, i miei pensieri ed anche lui condivide il suo stato d’animo e le sue preoccupazioni. Guarda fuori dal finestrino mentre mi dice “ho 53 anni, sono in cassa integrazione; a dicembre scadrà il sussidio e in un anno non sono riuscito a trovare lavoro.” E preoccupato, lo siamo tutti. Ma forse a 53 anni c’è un motivo in più per preoccuparsi. Il pensiero ricorrente è lo stesso: “Non assumono i giovani, perché dovrebbero assumere me?” Forse perché gode dell’esperienza pluriennale lavorativa, forse perché non è un ragazzino e 30 anni lavoro si sentono, forse perché sa come rapportarsi con gli altri. Eppure questo signore non viene assunto. La risposta nasce spontanea: non ci sono tipologie contrattuali che permettano di assumere questa persona e di ottenere sgravi fiscali ad esempio. Assumere un apprendista che poi possiamo lasciare a casa è più conveniente. Non sono qui per fare una colpa a nessuno. Sappiamo bene ciò che le imprese patiscono in questo momento e riconosciamo che la pressione fiscale che non da loro scampo. Vi racconto questa storia perché se vogliamo ha un lieto fine. Il mattino seguente infatti mi sono svegliata  a Roma Termini e ho trovato la copia del suo libro sul tavolino a fianco alla cuccetta. L’ho aperta e ho letto la prima pagina. Quel signore scriveva “Grazie per questa somministrazione di ottimismo. In bocca al lupo per domani e grazie per quello che stai facendo”. Ecco, questa crisi di certo non si risolverà a pacche sulle spalle e a “dai ce la possiamo fare”, ma sicuramente può contribuire ad unire quello che per troppo tempo è stato diviso : gli italiani. Grazie a te, il tuo gesto vale più di mille parole
Alessia Bottone

Annunci

7 thoughts on “UNA STORIA DI ORDINARIA FELICITÁ

  1. La vita è una commedia! forza ragazzi dobbiamo essere i registi di noi stessi e non dimenticate la fantasia!!! 😀
    P.S. ho visto l’intervista su libero …anche ingegneria (ciò che ho fatto) è inflazionata è vero! a me conviene fare un lavoro manuale che fare l’ingegnere, proprio si prendono più soldi…tutto questo all’estero, in paesi poco raccomandati ovviamente! ciao! 🙂

  2. La crisi può essere un’opportunità per riscoprire quell’unità che, forse, ci è venuta a mancare in questi anni e ha permesso a certi signori di portarci nello stato in cui ci troviamo.

  3. Spero di cuore che ci sarà un lieto fine (fine? No, proseguimento) anche per questa persona gentile che lo Stato vorrebbe rottamare ma non può….

  4. Bellissima storia e bellissimo blog! Lo dico sempre ai ragazzi che vengono per un colloquio di essere ottimisti come lo sono anch’io… si perchè (paradosso dei paradossi) la persona che gli dovrebbe trovare lavoro, al front-office dell’agenzia di lavoro, il lavoro non ce l’ha perchè è una stagista… Ma spero ancora che l’ennesimo stage/tirocinio/work experience alla fine porti a qualcosa di concreto! Ciao e grazie 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...